Il Network di Aruba è di nuovo down

Dopo quel fatidico 29 Aprile 2011 ora è di nuovo down il network di Aruba.it e questa volta anche i DNS, cosa sarà successo questa volta?

Con il principio d’incendio nei server del più importante operatore italiano metà dei siti internet nostrani è giù. Ma c’è chi ci scherza

Aruba.it è down. Uno dei principali Internet Service Provider italiani ha “spento” i suoi server, a causa – a quanto pare – di un principio d’incendio sulle batterie degli UPS sviluppatosi alle 4 del mattino nella webfarm. Un Ups è “un gruppo statico di continuità (detto anche UPS, dall’Inglese Uninterruptible Power Supply) è un’apparecchiatura che si usa per mantenere costantemente alimentati elettricamente in corrente alternata apparecchi elettrici. Si rivela necessario laddove le apparecchiature elettriche non possono in nessun caso rimanere senza corrente. È utilissimo soprattutto nei paesi dove si producono frequenti e sistematici black-out”.

Aggiornamenti di questo post a seguire …

h 14.45 : ancora niente 🙁

h 15.00 : cosi scrivono Repubblica e il Messaggero … anche se loro affermano che il problema è stato risolto io continuo ad avere problemi 😈

L’azienda non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale per ora. Erano previsti lavori di manutenzione nella server farm aretina nelle giornate di martedì e di mercoledì. E’ possibile che i disagi di oggi siano stati causati da quelle operazioni, ma si tratta di semplici ipotesi.

Non sono ancora chiari i motivi di questo blocco, l’azienda non ha ancora dato alcuna comunicazione ufficiale, ma nel frattempo su Twitter si sono scatenate le proteste e lo sconcerto di tanti utenti e proprietari dei siti web ospitati sulla piattaforma di Aruba.

h 22.15 : Comunicato ufficiale di Aruba

In data 08/07/2011 intorno alle ore 12.00 presso la Webfarm 1 di Arezzo si è verificata un’interruzione dell’alimentazione determinata da un guasto dell’impianto elettrico, conseguenza imprevedibile dell’incendio verificatosi il 29 Aprile scorso nel power center della struttura interessata.

L’alimentazione e’ stata ristabilita nei 30 minuti successivi all’evento, mentre il ripristino di alcuni servizi ha richiesto un tempo maggiore ed è stato completato nel corso del pomeriggio.

A superamento della possibilità del ripetersi di eventualità simili, sono in corso importanti interventi.

In particolare sono in fase di completamento i lavori di raddoppio di tutti gli impianti della Webfarm 1 avviati ad inizio Maggio. Questo consentirà di aumentare la ridondanza di tutti gli impianti, che raggiungeranno gli standard della nuova Webfarm 2, passando così da N+1 a 2xN. L’attivazione del secondo power center, prevista per il mese di Settembre, consentirà inoltre il completamento delle attività di sostituzione preventiva ed aggiornamento di tutti i componenti del power center attuale.

Ulteriori attività in corso sono volte all’evoluzione dell’attuale schema di Business Continuity tramite lo spostamento, precedentemente pianificato ed in fase di implementazione, dei sistemi di ridondanza, dalla Webfarm 1 alla nuova Webfarm 2 (attualmente suddivisi fra i due piani della Webfarm 1). In questo modo un guasto anche generalizzato di una delle due strutture non avrà impatti sui servizi erogati in questa modalità. Il nuovo schema di Business Continuity verrà applicato già a partire dalle prossime settimane ai sistemi che ospitano i servizi di posta elettronica ed hosting per poi essere esteso a tutti gli altri.

Aruba S.p.A desidera ringraziare i clienti per la comprensione manifestata ed invita a contattare il servizio di Assistenza per qualsiasi comunicazione o richiesta.

 

Lascia un commento